Vi informiamo che il sito utilizza i cookie per offrire una migliore esperienza di navigazione; non raccogliamo informazioni che consentano l'identificazione dei visitatori.

Clicca su OK per chiudere questa informativa oppure approfondisci nella pagina Cookie policy

X-Grasp Resoconto 2011

X-GRASP 2011: UN SUCCESSONE… Per una volta partiamo dalla fine. I ringraziamenti vanno fatti allo staff dell’Aec Montegrappa e agli sponsor che come sempre supportano tutte le nostre iniziative, anche quelle sperimentali. Un grazie ad AlpStation Bassano Montura, molto interessato a questa nuova formula di volo, a Woody Valley per l’imbrago messo in palio, a Fizan bastoncini per il trekking e ad Antonio Squaquara che con Infinity Fly Niviuk è sempre presente ai nostri appuntamenti. Agli organizzatori ideatori di questo evento, Fabio Loro, Alessandro Olin, il presidente Cesare De Pieri e all’indispensabile staff composto dai soci del nostro Aero Club: un grazie quindi Diego Rebelato e Andrea Tosato che hanno trascorso la giornata ad attendere i piloti in atterraggio a Villa Negri, a Nadia Moretto e Monica Villardi per le iscrizioni, a Riccardo Nervo e Luca Sbrissa per il supporto in decollo e a Luca Gallinaro per il servizio fotografico della gara. Ringraziamento speciale a Bruno Stella e a Lilla per il servizio trasporto recuperi e a Garvil Deivi per lo scarico delle boe.
LA GARA. Alle ore 7:30 orario dell’appuntamento, presso l’atterraggio del Garden Relais iniziavano ad arrivare i primi piloti. Confermate le iscrizioni presso la Fly House l’organizzazione cominciava il controllo del peso dell’attrezzatura da portare in decollo. Due le categorie, Basic ed Open. Per la categoria Basic era previsto il trasporto in decollo, di una parte dell’attrezzatura, lasciando al pilota uno zaino con all’interno un minimo di 7 Kg, questo per ampliare il numero dei partecipanti sprovvisti del materiale adatto a questo tipo di competizioni, mentre i piloti della categoria Open portavano con se tutta l’attrezzatura. Alle ore 08:30, finito di preparare il pulmino con vele e bevande, il direttore di gara Fabio Loro iniziava il briefing. Una volta spiegata la filosofia della gara, il regolamento ed il percorso che prevedeva partenza dall’atterraggio Garden Relais, una boa presso il decollo del Panettone in Cima Grappa, atterraggio presso Villa Negri a Romano d’Ezzelino e ritorno al Garden Relais a piedi, i piloti si preparavano dietro la linea di partenza in attesa dello start. Alle ore 9:10 il direttore di gara dava il via e tutti gli atleti partivano sorridenti verso la montagna.. Molti hanno optato per la salita verso il decollo più vicino per poi proseguire in volo verso la boa di Cima Grappa , mentre gli altri hanno preferito avvicinarsi il più possibile al decollo del Panettone, punto di passaggio obbligatorio in volo o a piedi. Sfoltito il gruppo dopo la prima salita alcuni piloti molto preparati fisicamente si davano battaglia per arrivare primi al punto di partenza principale. Qualche minuto prima che gli atleti arrivassero ai Tappeti il direttore di gara, per questioni di sicurezza, bloccava i decolli ma non la gara. In pratica i piloti potevano proseguire a piedi verso la boa del Panettone ma non potevano decollare fino al nuovo ordine. Dopo circa 50 minuti dalle piante spuntava il primo concorrente che una volta arrivato sopra al decollo si accorgeva di avere lasciato il gps in atterraggio… Adriano Corazza dopo una breve “preghiera” visto l’impossibilità di decollare decideva di proseguire il suo cammino verso Cima Grappa con un gps prestato al volo da un deltaplanista di passaggio. Dopo alcuni minuti arrivavano in decollo Daniel Perger, Carmelo Bufalino, Gianfranco Crestani e via via la maggior parte dei piloti iscritti. A metà gruppo arrivava anche la prima donna, Gabriella Corradi, seguita a ruota da Giulia Borgo, Barbara Leonardi e dalla neo brevettata Angela Bortolato. Nel frattempo il direttore di gara riapriva i decolli e Paolo Frasson partiva ignaro del vento sostenuto che avrebbe incontrato. Il volo breve e turbolento portava Paolo dritto in atterraggio mentre Marco Dalla Tomba si accingeva a partire; altro decollo tecnico e volo quasi impossibile. Vista l’intensità del vento, che non portava da nessuna parte, i piloti presenti in decollo cambiavano idea. Alcuni decidevano di proseguire a piedi verso la boa di Cima Grappa, mentre altri rimanevano ad aspettare la rotazione dei venti prevista dal concorrente ”Padre Roberto Pivi”, rotazione che mai è avvenuta! Mentre il vento forte bloccava i piloti in decollo, Paolo e Marco partivano a fare la seconda boa a piedi seguendo il sentiero che li portava a 900m di quota, punto di entrata nel cilindro. In decollo tappeti, via radio, arrivava la notizia che qualcuno era partito dalla zona Panettone e che stava tornando a gran velocità e in grande discendenza in atterraggio Garden Relais. Mentre in volo si vedeva arrivare a gran velocità anche Andy Froetscher, Eugenio Iachelini il primo ad atterrare partiva di corsa a piedi verso Villa Negri per il timbro obbligatorio. Stessa cosa anche per Andy, atterrato al Garden. Sempre da zona Cima Grappa partivano Adriano Corazza e Renzo Valentini che riuscivano ad atterrare a Villa Negri. Per tutti una corsa verso l’atterraggio del Garden Relais alla ricerca di un ambito podio. Il vento sostenuto non sembrava calare e quindi una parte dei concorrenti decideva di scendere a piedi. Proprio mentre la maggior parte del gruppo scendeva il vento calava leggermente e gli ultimi quattro piloti rimasti in decollo partivano ma senza riuscire a raggiungere la boa del Panettone. Con grande sorpresa, gli ultimi piloti saliti in Cima Grappa a piedi e poi scesi al decollo dei Tappeti riuscivano a decollare e atterrare a Villa Negri completando così il percorso. Al momento dello scarico della traccia però… ecco le prime sorprese! I primi tre piloti arrivati della classe Open non avevano registrato la traccia e quindi non è stato possibile dare a loro i primi tre posti. Dopo sei ore circa di camminata arrivavano a meta anche Paolo Frasson e Marco Dalla Tomba. A cinque secondi dalla chiusura della gara prevista per le ore 17:00 arrivava in gran velocità anche Renzo Baroni aggiudicandosi così il podio. Finite le fatiche il presidente dell’Aec Montegrappa Cesare de Pieri invitava tutti sotto il gazebo per un abbondante rinfresco da lui preparato. In attesa delle classifiche i piloti, distrutti dalle fatiche, si confrontavano sulle strategie usate e sulle scelte dei percorsi fatti. Qualcuno non si dava pace per i problemi avuti con il gps ripromettendosi di comprarne uno nuovo. Visto l’abbondanza dei premi venivano premiati anche ai 3 piloti senza traccia gps ma che per primi erano arrivati al traguardo. Alle quattro donne presenti (solo la Corradi ha volato) è stata fatta una classifica in base all’ordine di arrivo in decollo mentre per la categoria Open e Basic sono stati premiati i piloti che per primi avevano concluso il percorso.
CONCLUSIONI. Una gara importate e forse un nuovo modo di vedere il volo. Un ritorno alle origini, quando il parapendio veniva usato per scendere dalla montagna dopo una lunga scalata. L’X-Grasp è già stata riconfermata per il prossimo anno con molte novità e con un regolamento definitivo. La presenza di Andy Froetscher, pilota che da anni partecipa alla Red Bull X-Alps, ed il suo commento positivo sulla formula di questa gara ha sicuramente dato stimolo a noi organizzatori di proseguire questa avventura. Nel gruppo di partecipanti abbiamo notato piloti molto forti per questo tipo di gare che sicuramente in un futuro potrebbero far parlare di sé. Una linea che sicuramente l’Aec Montegrappa seguirà e svilupperà. Un grazie di cuore a tutti i partecipanti: In primis alle quattro ragazze che con tenacia e grinta hanno tenuto dietro un po’ di uomini a piedi. Altro ringraziamento al Team Gare Montegrappa del quale alcuni piloti si sono messi in gioco anche con questo tipo di competizioni. Sicuri di rivedervi ancora più numerosi il prossimo anno auguriamo a tutti buoni voli…
HANNO PARTECIPATO A QUESTA GARA: Calipari Francesco, Zalunardo Giuseppe, Bortolato Angela, Borgo Giulia, Iachelini Eugenio, Fabianio Alen, Petri Nicola, Bufalino Carmelo, Corazza Adriano, Leonari Barbara, Torresani Roberto, Valentini Renzo, Loro Andrea, Corradi Gabriella, Clemente Sandro, Dalla Tomba Marco, Baroni Renzo, Carletti Michele, Perger Daniel, Froetscher Andy, Frasson Giampaolo, Pivi Roberto, Soncin Gianluca, Battaiotto Vincenzo, Zancanaro Fabio, Matei Sebastian, Crestani Gianfranco, Pilotto Fabrizio, Giacometti Stefano.

CLASSIFICA FEMMINILE
1° Corradi Gabriella
2° Borgo Giulia
3° Leonardi Barbara
4° Bortolato Angela

CLASSIFICA BASIC
1° Zancanaro Fabio
2° Dalla Tomba Marco
3° Baroni Renzo

CLASSIFICA OPEN
1° Soncin Gianluca
2° Zalunardo Giuseppe
3° Frasson Paolo

FUORI CLASSIFICA PER PROBLEMI AL GPS MA PRIMI ARRIVATI A META:
1° Iachelini Eugenio
2° Corazza Adriano
3° Valentini Renzo

l alpstationmontura 01

l espositori niviuk 01

l espositori Woodyvalley 01

l moretti 01